CORSO DI MEDIAZIONE SISTEMICA FAMILIARE E PER LE ORGANIZZAZIONI

La professione del Mediatore è stata regolamentata a seguito della promulgazione della Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.22 del 26-1-2013.

Patrocinato e Riconosciuto dall‘A.I.M.S. Associazione Internazionale Mediatori Sistemici

Approvato dal FORUM EUROPEO Formazione e Ricerca in Mediazione Familiare

Accreditato dall’’Ordine degli Assistenti Sociali Liguria  ID 22965 con nr 35 Crediti Formativi + nr 10 crediti di natura deontologica o di ordinamento professionale

La mediazione è un intervento specialistico che si realizza in un tempo breve in situazioni di crisi e conflitto che emergono in ambito familiare, scolastico, giudiziario, lavorativo e sociale. Caratteristica della Scuola Genovese è la modalità di gestione del conflitto, affrontato ed elaborato “quel tanto che basta” affinché l’accordo raggiunto sia concreto e duraturo. L’approccio sistemico relazionale dà la cornice teorica, la chiave di lettura per analizzare tutti i sistemi coinvolti nel conflitto e leggere gli intrecci relazionali, rende possibile la conduzione dei colloqui e la gestione dei conflitti e crea una sinergia tra le diverse figure coinvolte nel sistema

In particolare “La mediazione familiare è un percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari nella separazione/divorzio” e previene eventuali disagi dei figli coinvolti. “In un contesto strutturato, il mediatore familiare, sollecitato dalle parti, nella garanzia del segreto professionale, e, in autonomia dall’ambito giudiziario, si adopera affinché i genitori, superino il conflitto e definiscano accordi propri sui figli”.

Facilita il processo di comunicazione all’interno della famiglia e il mantenimento della comune responsabilità genitoriale, nonché il processo di scambio tra le generazioni messo in crisi dall’evento separativo.

Metodologia

Si attuano tre tipi di intervento:

  1. INTERVENTO DI MEDIAZIONE con sistemi (in particolare coppie in crisi) caratterizzati da alta conflittualità, che scelgono o accettano una via di collaborazione, con richiesta volontaria, fuori dai circuiti giudiziari e con segreto professionale.
  2. INTERVENTO PER IL CAMBIAMENTOuna specifica metodologia della Scuola Genovese che nonostante i vincoli dell’”invio coatto” del giudice, costruisce il consenso di tutti i sistemi coinvolti, permette ai genitori di riappropriarsi della propria capacità genitoriale superando il conflitto per giungere ad un accordo sulla gestione dei figli. Accettando la marca di contesto della perizia si trasforma la diagnosi in un intervento diretto al recupero delle risorse del sistema passando dal conflitto alla ridefinizione delle relazioni.
  3. INTERVENTO DI MEDIAZIONE COMUNITARIA E CON LE ORGANIZZAZIONI per gestire I conflitti che emergono in contesti familiari, scolastici, lavorativi e nelle istituzioni   al fine di ripristinare la comunicazione interrotta dalle simmetrie e permettere al sistema di ritrovare le risorse per cooperare e raggiungere obiettivi comuni

Formazione

La Scuola propone un programma di formazione e supervisione e corsi di sensibilizzazione.

IL CORSO TEORICO-PRATICO HA DURATA BIENNALE più la fase di supervisione per un totale di 320 ore:

  • 160 training specifico
  • 80 ore di seminari
  • 50  ore per tirocinio e 30 ore di supervisione

Destinatari

Chi è in possesso dei seguenti titoli di studio :

  • Laureati e diplomati universitari nelle aree: sociale, psicologica, sanitaria, educativa, giuridica, economica e manageriale.
  • Diplomati superiori con una proficua esperienza lavorativa nel campo dell’insegnamento, dell’educazione o  dell’intervento sociale, e più in generale, nei contesti di consulenza e assistenza alla famiglia.
  • Laureati/diplomati che svolgono l’attività di Amministratore di Sostegno.

Prima del corso verrà effettuato un colloquio di valutazione. Al termine della supervisione, dopo aver presentato una tesina e superato  una prova d’esame con una commissione dell’A.I.M.S. nazionale, verrà rilasciato un diploma che attesta la qualifica di Mediatore Familiare Sistemico e consente l’iscrizione all’A.I.M.S. come Socio Ordinario.

Obiettivi

Il corso si propone di far acquisire agli allievi:

  • conoscenza del modello teorico Sistemico-Relazionale
  • concetti base della mediazione familiare applicati al processo di separazione (conduzione  dell’intervista, interventi e prescrizioni
  • conoscenza di tecniche specifiche di mediazione nei casi di separazione e divorzio (Mediazione Familiare) e in ambito di conflitto familiare e sociale (Mediazione Comunitaria e Sociale)
  • maggior consapevolezza di sè, delle modalità di porsi in relazione con gli altri, dei propri pregiudizi ed emozioni di fronte ai conflitti

Metodologia

  • Attività  in aula
  • Osservazione in diretta, dietro lo specchio unidirezionale degli  incontri di  mediazione condotti dal docente con le famiglie da parte dei corsisti che  partecipano alla discussione delle ipotesi e alla costruzione dell’intervento
  • Analisi dei filmati di percorsi di mediazione
  • Filmati editing su tematiche specifiche
  • Discussione in gruppo, simulate e role-play
  • Lavoro sul sé

SONO IN PROGRAMMA SEMINARI CON PROFESSIONISTI ITALIANI E STRANIERI, ESPERTI DI MEDIAZIONE, DI FAMIGLIA, DI ORGANIZZAZIONI AZIENDALI, E DI APPROCCIO SISTEMICO.

Programma

Epistemologia sistemica

  • Teoria della comunicazione
  • La famiglia, il ciclo vitale; regole e miti
  • La “crisi”/conflitto in termini sistemici
  • Epistemologia del mediatore

Mediazione familiare

  • Il sistema legale: forme giuridiche
  • Le fasi del processo di Mediazione Familiare
  • Tecniche di mediazione e costruzione di un’ipotesi
  • Rielaborazione del conflitto
  • Coniugalità e genitorialità: alleanze e coalizioni
  • Differenti modelli di Mediazione Familiare
  • Figli: un sistema cui dare uno spazio particolare
  • La stesura degli accordi
  • Follow up

Famiglie e organizzazioni

  • Analisi di contesto dei sistemi implicati: famigliare, legale e giuridico.
  • Differenza tra lavoro di Mediazione su richiesta spontanea e “intervento per il cambiamento” su “invio coatto” del Tribunale
  • Le famiglie di origine e gli altri sistemi
  • Nuove tipologie di famiglie
  • Riorganizzazione delle relazioni: le famiglie ricostituite
  • Differenze tra counselling mediazione e coaching
  • Interculturalità: mediazione con famiglie migranti e di altre culture
  • La mediazione scolastica
  • La mediazione comunitaria
  • Lavoro di rete

Supervisione e Pratica

  • Verifica della pratica di Mediazione Familiare attraverso la supervisione di casi portati dagli allievi;
  • Eventuale avvio guidato ai servizi di Mediazione Familiare.

Il Metalogo è membro statutario dal FORUM EUROPEO di Formazione e Ricerca in Mediazione Familiare, organizzazione europea che verifica e controlla la adeguatezza dei programmi  e delle attività delle scuole. Il Metalogo è socio A.I.M.S  è un centro formativo  approvato e  e riconosciuto dalla Società Internazionale Mediatori Sistemici.

Iscrizioni

Sono previste agevolazioni economiche per nuovi allievi ed ex allievi di altri corsi de il Metalogo e del CGTF e per gruppi di persone appartenenti alla stessa struttura.

Per ricevere informazioni e chiarimenti più dettagliati su contenuti, struttura e costi dei corsi e per prenotare il colloquio di selezione  contattare la Segreteria 010 3623714 cell. 3355952916.

La scheda di iscrizione (scaricabile dal sito) dovrà pervenire alla segreteria  Via e-mail:  info@scuolagenovese.org corredata da: curriculum di studi e professionale,  una fotografia formato tessera,
copia del codice fiscale.